In prima persona in strada, anche con le mani tra la spazzatura pur di garantire la corretta pratica della raccolta differenziata. È l’azione messa in campo dal sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, che ieri insieme alla polizia municipale ha badato al sodo, controllando le buste di immondizia sparse tra via Marciotti ed il Parco Ambrosio, aree sempre più prese d’assalto dagli incivili.

E durante le operazioni di apertura dei sacchetti sono state trovate tre bollette telefoniche, con tanto di nome, cognome e indirizzo di chi ha deciso di abbandonare i rifiuti in strada. Dunque, semplice l’identificazione così come lo sarà anche la multa da inviare a domicili. «La nostra città si ama anche differenziando», ha commentato il primo cittadino.