Rissa per il posto dove chiedere l’elemosina. A qualcuno ha fatto anche sorridere, tuttavia si tratta di un gran dramma della povertà, una guerra dei poveri, degli ultimi che ieri mattina è andata in scena a Poggiomarino. Erano più o meno le 9 del mattino, infatti, quando la messa era da poco cominciata all’interno della parrocchia di Sant’Antonio da Padova, nel pieno centro cittadino. Diversamente dal solito, oltre ai soliti due questuanti, un uomo e una donna molto noti, è arrivata una terza persona per chiedere l’elemosina.

Si trattava di un ragazzo di colore, un extracomunitario che ha “invaso” lo spazio da anni conteso quasi sempre dalle stesse due persone. Insomma, la presenza del giovane proveniente dall’Africa ha dato fastidio principalmente alla donna, mentre l’uomo non si è mosso dalla sua posizione, lasciando spazio anche al nuovo arrivato. Secondo quanto raccontato da chi si trovava sul posto, la questuante avrebbe cominciato a “mettere le cose in chiaro” con il ragazzo, facendogli capire in qualche modo che non era il suo territorio.

Poi, chissà come, dalle parole si è passati ai fatti, e si sa di preciso “soltanto” che i due hanno cominciato prima ad urlare ad alta voce per colpirsi anche fisicamente con schiaffi ed altro. Il caos è arrivato fin dentro alla parrocchia dove si stava dicendo messa, mentre la polizia municipale che si trovava poco distante è intervenuta per sedare la rissa, riuscendoci con non poche difficoltà vista l’energia messa da entrambi nella contesa. Per fortuna dopo un po’ si sono fermati, evitando così conseguenze peggiori sia dal punto di vista fisico che penale. Tutto questo mentre il terzo, l’uomo che da anni attende la fine delle messe per qualche spicciolo, ha scelto di andare via.