I carabinieri della stazione di Terzigno insieme a colleghi del nucleo operativo e radiomobile di Torre Annunziata hanno sottoposto a fermo per omicidio un nigeriano 19enne ospite di una struttura ricettiva per richiedenti asilo politico. A seguito di chiamata al 112 che segnalava una lite tra due extracomunitari, i militari dell’Arma sono intervenuti d’urgenza nella struttura riuscendo a raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del 19enne: al culmine di una lite scoppiata perché la vittima lo aveva ripreso in video con lo smartphone senza il suo consenso, il 19enne aveva aggredito il connazionale 21enne colpendolo al torace con un coltello da cucina.

Il 21enne è morto poco dopo, verosimilmente durante il trasporto all’ospedale di Boscotrecase dove l’ambulanza stava cercando di portarlo a tutta velocità. Nel corso di sopralluogo effettuato dalla sezione investigazioni scientifiche di Torre Annunziata è stato rinvenuto e sequestrato il coltello usato per causare la ferita mortale. Il fermato è stato associato al carcere di Poggioreale. A differenza di quanto invece precedentemente diffuso non ci sono feriti gravi ma solo un giovane con qualche taglio.