Due condanne per il duplice omicidio di Francesco Tafuro e Domenico Liguori, i gestori di un centro scommesse uccisi per un credito di gioco. Il giudice ha disposto l’ergastolo per Nicola Zucaro, 37 anni, mentre per Domenico Altieri è stata comminata una pena di 12 anni. Il processo contro Eugenio D’Atri, il “debitore” che avrebbe scatenato la follia omicida, si terrà invece nei prossimi mesi.

Francesco Tafuro e Domenico Liguori vennero uccisi a febbraio del 2015 a Saviano, trucidati con una decina di colpi di arma da fuoco. I gestori della sala scommesse di Somma Vesuviana contavano di recuperare il credito di gioco e andarono ad un appuntamento serale. Qui, invece, vennero fatti fuori.