Home Attualità Circumvesuviana, scoppia lo scandalo “parentopoli” per le nuove assunzioni

Circumvesuviana, scoppia lo scandalo “parentopoli” per le nuove assunzioni

«Voglio ringraziare il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, per aver segnalato che nella graduatoria per le assunzioni di lavoratori interinali nell’ente, il 50% degli idonei risulta avere rapporti di parentela con i dipendenti – ha dichiarato Francesco Borrelli, presidente del Gruppo Campania Libera – PSI – Verdi della Regione – e adesso mi aspetto da lui un’operazione trasparenza per evitare il ripetersi dei vergognosi casi di parentopoli che ho già avuto modo di denunciare e che riguardavano altri settori della pubblica amministrazione, come le Asl e la Camera di Commercio».

«In una regione come la nostra, che soffre maledettamente i drammi della disoccupazione giovanile e della fuga di cervelli, non possiamo consentirci il procrastinare di vecchie e squallide metodologie per garantire il posto di lavoro ad amici e parenti e per fare questo – prosegue Borrelli – si deve porre fine al sistema perverso che, tramite agenzie interinali, consente a qualcuno di avere corsie preferenziali».

«Così come per la pubblica amministrazione, anche le aziende private che beneficiano di contributi delle istituzioni e operano in settori strategici per i servizi pubblici, devono procedere alle assunzioni attraverso, concorsi pubblici o procedure che garantiscano la massima trasparenza», conclude Borrelli.

Posting....
Exit mobile version