Girano con 25mila euro in contanti e per evitarne il sequestro offrono 200 euro ai carabinieri. Una mossa che costa a due autotrasportatori di San Giuseppe Vesuviano, R.R. di 39 anni e R.V. di 36 anni, un arresto in flagranza di reato per istigazione alla corruzione. I due camionisti sono stati fermati domenica notte, verso le 3, sulla strada statale 309 “Romea” dai carabinieri all’altezza di Porto Garibaldi, in provincia di Ferrara.

I due, sottoposti a controllo preventivo alla circolazione stradale, sono stati trovati in possesso di una somma in contanti pari a 25mila euro, in violazione delle normative valutarie che prevedono, in caso di superamento del limite di 20mila euro, il sequestro del 40% dell’intera somma. Gli autotrasportatori hanno quindi tentato di corrompere i militari offrendo loro 200 euro per indurli ad omettere il compimento dell’atto d’ufficio. Una istigazione alla corruzione che ha immediatamente fatto scattare le manette ai polsi dei due camionisti.