Altre telecamere di videosorveglianza per implementare il sistema di “occhi elettronici” già presenti in città e con grande attenzione non soltanto ai rifiuti ma anche a tutte le tipologie di reato. Terzigno, insomma, è pronta a diventare “città di vetro” per garantire maggiore sicurezza ai propri cittadini: un progetto fortemente voluto dal sindaco Francesco Ranieri che ha ulteriormente premuto sull’acceleratore dopo il “grande fratello” per ridurre la piaga degli sversamenti selvaggi.

Ed è proprio il primo cittadino che annuncia il progetto insieme ad altre novità: da mercoledì, infatti, inizieranno i lavori per implementare il sistema di occhi elettronici sul territorio e renderlo totalmente efficiente rispetto al progetto iniziale. «In brevissimo tempo abbiamo portato a compimento lavori dormienti da anni» ha annunciato Ranieri, nell’idea del quale il sistema di videosorveglianza territoriale è sempre stato da affiancare alla bonifica del territorio, già cominciata.