Era stato arrestato dopo che i carabinieri avevano trovato all’interno di un fondo agricolo di sua proprietà 7 grosse piante di cannabis. Rosario Nocerino, 28enne di Somma Vesuviana, incensurato era stato posto in arresto per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. Un incubo che nei giorni scorsi è però finito.

Il gip Aurigemma del tribunale di Nola ha disposto l’archiviazione del procedimento penale a carico del ragazzo difeso dall’avvocato Rossella Salerno «non essendo gli elementi raccolti nel corso delle indagini idonei a sostenere l’accusa in giudizio e non apparendo proficuamente esperibili, allo stato, approfondimenti investigativi utili in tal senso».