Si corre ai ripari a Sant’Anastasia dove nella zona del Parco nazionale del Vesuvio è stato rilasciato il Torymus Sineris, l’insetto antagonista del Cinipide Galligeno, la “vespa del castagno” che è arrivata anche ai piedi del vulcano e che ha già fatto scattare l’allarme sull’intero territorio. Una simile operazione, a breve, dovrebbe anche essere avviata a Ottaviano e Somma Vesuviana.

A Sant’Anastasia l’operazione è stata realizzata alla presenza del consigliere comunale Pd Raffaele Coccia, dell’agronomo Salvatore Barra e degli ambientalisti Mimmo Iossa e Vincenzo Rea, con il supporto del Parco nazionale del Vesuvio ed in collaborazione con l’associazione castanicoltori Campani. Il Cinipide Galligeno è considerato uno dei parassiti più pericolosi per il castagno e sta procurando moltissimi danni.