Una decina di donne l’una contro l’altra per difendere le amiche legate allo stesso uomo. È avvenuto nella tarda serata a San Giuseppe Vesuviano, che soltanto intorno all’una di notte ha ritrovato la calma dopo lunghissimi minuti di botte e confusione, tanto da costringere ad arrivare sul posto sia la polizia che i carabinieri. Tutto a causa di una storia di tradimento da parte di un uomo della città ai piedi del Vesuvio.

Ambulanze, forze dell’ordine, curiosi e tanta confusione a San Giuseppe Vesuviano

Ancora non è chiaro come, ma fatto sta che la moglie del fedifrago e la sua amante si sono incontrate proprio al centro di San Giuseppe Vesuviano, non lontano dal Comune e qui sono partite botte da orbi con i gruppi di amiche al loro fianco. In un momento la situazione è degenerata, con il marito traditore che ha inutilmente cercato di fare da paciere.

Ad avere la peggio è stata una donna, che ha finito la rissa con un occhio pesto e diverse ecchimosi. Sul posto sono giunte due ambulanze per le cure ad altrettante protagoniste della maxi-zuffa. Un poliziotto, inoltre, avrebbe tirato fuori anche un manganello, che non ha naturalmente utilizzato, per staccare – mettendole un po’ di paura – due delle contendenti.

In piazza, frattanto, sono scese centinaia di persone per osservare lo “spettacolo” delle donne in lotta. Sul posto, oltre alla paura iniziale, si è anche respirata aria di ilarità per l’accaduto, certamente drammatico per i protagonisti della vicenda. È scoppiata infine la corsa al lotto, un terno secco sulla ruota di Napoli che gli esperti stanno studiano, ma di certo non mancherà il 38 che nemmeno a dirlo fa proprio “le mazzate delle femmine”.