Rapinò impresa e sparò al suo inseguitore, rischia 6 anni Francesco Tagliaferro, 38enne di San Giuseppe Vesuviano che nel mese di marzo mise a segno, insieme ad un complice, un colpo in un’azienda di ortofrutta. Entrato all’interno dell’attività, l’uomo ed il suo compagno minacciarono con una pistola la cassiera che fu costretta a consegnare i soldi. Durante la fuga però i due vennero rincorsi dai due fratelli proprietari del negozio. Nel tentativo di rallentarli e farli desistere, Tagliaferro sparò contro il suo inseguitore.

In sella allo scooter insieme al complice, Tagliaferro fu raggiunto all’altezza dello svincolo di Boscoreale sulla Statale 268. Lì esplose i colpi contro l’auto dell’imprenditore. Il ciclomotore impattò contro l’auto, ed il 38enne cadde per terra. Preso in custodia dai carabinieri, il complice riuscì a far perdere le sue tracce nelle campagne circostanti. Tagliaferro ha scelto il rito abbreviato, adesso il giudice attende la consulenza della balistica per capire se l’intento dell’uomo fosse uccidere o solo spaventare il suo inseguitore.