Pirata della strada a San Giuseppe, il papà del conducente: «Falso, abbiamo soccorso i ragazzi»


5242

Non ci sarebbe nessun pirata dalla strada per l’incidente dell’altra sera in via Astalonga a San Giuseppe Vesuviano, dove secondo la nota inviata dall’ufficio stampa dei carabinieri, una minicar avrebbe urtato uno scooter ferendo due ragazzi minorenni per poi scappare via senza prestare soccorso. Sembrava un “giallo”, ma il papà del ragazzo alla guida della “macchina 50” si è fatto vivo subito con le redazioni dei giornali, smentendo quando affermato dalle forze dell’ordine.



«Mio figlio mi ha immediatamente informato di quanto era avvenuto. Lui era sul posto, ed io sono arrivato nel giro di 30 secondi. Vivo a qualche centinaio di metro dal luogo del sinistro, ed insieme io e mio figlio abbiamo chiamato le ambulanze e nessuno è fuggito via».

I carabinieri, in tal senso, sono intervenuti non appena allertati dall’ospedale. Il ragazzo rimasto ferito più gravemente era inizialmente un codice giallo, dunque secondo la procedura il 118 non ha avvisato gli uomini in divisa. In ospedale la situazione si è aggravata ed a quel punto i medici, trovandosi davanti ad un caso di pericolo di vita, hanno avvisato i militari dell’Arma che sono prontamente intervenuti, facendo partire le indagini secondo protocollo ufficiale.

Intanto il papà del minore alla guida della minicar insiste: «Siamo rimasti in ospedale a Nola fino a notte inoltrata per accertarci delle condizioni dei due ragazzini di Palma Campania rimasti feriti. Intanto restiamo a stretto contatto con i loro genitori, sperando che tutti si risolva per il meglio».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE