Si parla tanto di nuove legge elettorale per le Politiche, anche se al momento ci sono ancora molti scontri tra le varie fazioni partitiche. Insomma, il nuovo sistema di elezioni è tutt’altro che vicino anche se intanto esiste già una bozza che per quanto riguarda Napoli e provincia prevede l’elezione di 16 deputati e 16 senatori, tutti divisi per collegio come accadeva anche con il Mattarellum pur se utilizzando metodi diversi.

Ecco, a grandi linee, quali sarebbero i collegi che riguardano l’area vesuviana in cui molti Comuni andrebbero a spezzettarsi anche in maniera piuttosto netta rispetto alla geografia. In tal senso si parte con il collegio 13, quello che prevede il maggior numero di città dell’area come ad esempio San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, San Gennaro Vesuviano e anche Palma Campania che pure verte maggiormente verso il Nolano. Poggiomarino, invece, si troverebbe a votare con la fascia costiera o quasi insieme a Torre Annunziata, Pompei, Boscotrecase, Boscoreale, Santa Maria la Carità, Sant’Antonio Abate e forse persino Castellammare di Stabia.

Sant’Anastasia e Somma Vesuviana, invece, voterebbero con Pomigliano d’Arco e numerose città del Nolano, mentre non è ancora chiaro il posizionamento di Nola, che potrebbe essere associata al collegio 11 con città come Cercola, Pollena Trocchia, San Giorgio a Cremano ma anche Casalnuovo e Afragola.