Circumvesuviana, rivolta degli operatori delle pulizie: «Siamo senza stipendi e senza lavoro»


498

Rivolta Sacom, i 16 dipendenti della ditta che effettuava le pulizie per Circumvesuviana continuano a protestare per vedere garantiti i loro diritti. «L’11 maggio la ditta è fallita ed abbiamo tre stipendi in arretrato dopo che per anni ci sono stati sempre grossi problemi nei pagamenti». Adesso, tuttavia, i 16 lavoratori attendono di essere integrati dalla nuova impresa committente dell’Eav, un inserimento ritardato da problemi burocratici.



Intanto i dipendenti dell’ex Sacom continuano nella loro ribellione e per domani sono riusciti ad ottenere un incontro in prefettura. “Il lavoro non è carità, ma un diritto” è lo slogan che gli operai stanno urlando al cielo in questi giorni dove il loro sostentamento viene messo in bilico. Intanto anche l’Eav si è schierata con i 16 dipendenti dell’impresa fallita chiedendo il reintegro nel nuovo appalto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE