“Stop immigrazione” e “basta business dell’accoglienza”. Così recitano gli striscioni affissi dai militanti di CasaPound Italia nei comuni di Nola, Saviano, San Giuseppe Vesuviano e Marigliano dopo la notizia pervenuta dagli organi locali riguardo l’arrivo di altri gruppi di «clandestini» (i profughi ndr) nelle quattro città.

«In zone già martoriate dalla presenza di numerosi profughi che rendono indecenti le condizioni dei quartieri, accanto ai cittadini esausti da questi abusi, la voce di CasaPound non poteva che farsi sentire – è scritto in una nota – Questa immigrazione incontrollata non fa altro che arricchire le solite cooperative e i soliti partiti che ci sono dietro la gestione dei centri di accoglienza. A tutto ciò noi diciamo un forte No! Siamo pronti anche a scendere in piazza, viste le continue segnalazioni dei cittadini».