Ben 12 microscosse registrate nella zona del Vesuvio in circa quattro ore e mezza. È accaduto dall’una del 30 aprile, dunque di ieri, fino alle 5,30. I movimenti tellurici, tutti di lieve e lievissima entità, sono stati segnalati dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, che come ad ogni evento simili sottolinea «la normale attività vulcanica» degli “microeventi” sismici. In effetti la scossa più forte è stata di magnitudo 1.3, insomma nulla di avvertibile da parte dei cittadini.

Due delle 12 scosse registrate: nel primo riquadro l’epicentro di Ottaviano, nel secondo quello di Palma Campania

Ecco l’elenco completo delle 12 scosse: Boscotrecase, ore 5:36 magnitudo 1.3; Ottaviano, ore 5:30, magnitudo 1; Ottaviano, ore 3:44, magnitudo 0,9; San Giuseppe Vesuviano, ore 3:38, magnitudo 1.1; Boscotrecase, ore 3:31, magnitudo 0.5; San Giuseppe Vesuviano, ore 3:03, magnitudo 1; San Giuseppe Vesuviano, ore 2:53, magnitudo 1.1; Somma Vesuviana, ore 2:34, magnitudo 1; Terzigno, ore 2:24, magnitudo 0.7; Trecase, ore 2:17, magnitudo 0.7; Palma Campania, ore 1:51, magnitudo 1; Terzigno, ore 1:00, magnitudo 0.7.