Sono dieci le persone iscritte nel registro degli indagati per spaccio di sostanze stupefacenti tra Marina di Camerota e Palinuro. Una fitta rete di compra vendita di hashish, marijuana e cocaina è stata smascherata dai carabinieri della compagnia di Sapri agli ordini del capitano Michele Zitiello. Un giovane di Palinuro è stato trovato in possesso di 5 grammi di cocaina ed è stato arrestato lo scorso week end. Le forze dell’ordine, però, non hanno fermato le indagini, anzi, trovando la droga su persone del Vesuviano.

I militari dell’Arma hanno notificato 10 avvisi di garanzia ad altrettanti giovani e meno giovani della zona. La rete si estendeva dall’hinterland napoletano fino al basso Cilento. In pratica i corrieri portavano la droga dal nord della regione Campania fino a Palinuro e Camerota. Gli scambi, tra i pusher partenopei e quelli della zona, avvenivano al centro di Palinuro, alla rotonda di Celle di Bulgheria o al bivio di Vallo della Lucania.

Nei guai sono finiti D.C., 39enne di Camerota; T.P., 34enne di Camerota; A.A., 23enne di Palinuro; M.B., 43enne di Nocera Inferiore; A.D.L., 29enne di Palinuro; M.F., 27enne di Vallo della Lucania; S.D., 33enne di Somma Vesuviana; G.F., 28enne di Palinuro; D.S., 28enne di Somma Vesuviana; G.S., 34enne di Centola. Tra questi nomi anche noti imprenditori del Cilento e ragazzi disoccupati che lavorano solo d’estate. La droga arrivava nel Cilento in auto oppure in treno.