Urlava di voler morire e con una bottiglia rotto ha cominciato a ferirsi alle braccia ed al corpo, scatenando il panico tra i viaggiatori e tra chi si trovava di passaggio. L’episodio è avvenuto nella stazione di corso Garibaldi a Napoli ieri pomeriggio intorno alle 18. Naturalmente si è scatenato il “fuggi fuggi” generale e qualcuno ha avvisato i soccorsi.

All’interno della stazione c’erano per fortuna i poliziotti che sono immediatamente intervenuti, riuscendo con non poche difficoltà a togliere i cocci di vetro dalle mani dell’uomo, un 28enne napoletano in preda ad una vera e propria crisi. Dopo essere stato disarmato, il giovane è stato condotto in ospedale per le ferite riportate e per le condizioni psichiche precarie.