Identificato e denunciato a piede libero l’uomo che sabato sera ha colpito violentemente al volto il maresciallo della polizia locale di Striano durante un servizio di controllo alla circolazione stradale. I carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Antonio Botta, sono riusciti a risalire ad un 33enne originario di Sarno e da qualche tempi residente a Striano.

Una ricerca difficile, poiché il numero di targa appuntato dalle agenti del Corpo corrispondeva ad un’auto registrata a Bressanone. Dunque, le indagini non sono potute partire dal numero di targa, bensì da altri elementi messi insieme dai militari dell’Arma. La “colpa” del vigile colpito è stata quella di segnalare le vetture che “tagliavano” la rotonda nella zona industriale di Striano, tra cui anche l’auto del 33enne che poi ha colpito il malcapitato maresciallo della polizia locale.