È stato sufficiente uno squillo ricevuto sul telefonino a fare scattare la furia “quasi omicida” del 42enne bengalese che ieri ha colpito la moglie alla testa con un bastone di ferro mentre i due, a bordo di un furgone, stavano percorrendo la Statale 268 all’altezza di San Giuseppe Vesuviano e Poggiomarino. Ad rendere ancora più vergognosa l’aggressione, anche il fatto che la 28enne portava in grembo proprio il figlio dell’uomo.

Il 42enne bengalese si trova adesso in stato di arresto. L’uomo, infatti, si è costituto presso i carabinieri di Torre Annunziata, credendo che la moglie fosse morta all’interno del mezzo. Invece, e per fortuna, la donna aveva perso i sensi a causa della forte commozione cerebrale riportata. Per fortuna la vittima ed il bambino si salveranno.