La bandiera della Croce Rossa Italiana è stata consegnata stamane al sindaco Lello Abete dal presidente del comitato Cri di Napoli, Paolo Monorchio, per esporla dal 7 al 14 maggio al balcone del palazzo municipale. L’iniziativa, in linea con l’impegno della Cri verso tutti i cittadini, senza nessuna discriminazione, tende a celebrare l’8 maggio istituito quale Giornata Internazionale della Croce Rossa.

Attraverso la consegna della bandiera, la Cri vuole veicolare il proprio messaggio umanitario e le azioni svolte a favore delle persone che si trovano in difficoltà ed in una condizione di vulnerabilità, raccogliendo con passione e dedizione le tante sfide del mondo moderno che necessitano di interventi di supporto e vicinanza alla popolazione.

«Non è un caso che la bandiera della Cri oggi sventola dal balcone di palazzo Siano, è invece una conferma dell’ottimo lavoro dei nostri volontari – dice l’assessore Fernando De Simone – che svolgono un’attività di prossimità sul territorio apprezzata soprattutto dai cittadini oltre che dalle istituzioni, qualificandosi sempre come un sicuro punto di riferimento e di sostegno in qualsiasi situazione».

«Con questo gesto della consegna della nostra bandiera al sindaco – dice Paolo Monorchio – vogliamo, anche a nome di tutti i volontari che giornalmente si formano, si specializzano e si impegnano nel sociale, trasferire a tutta la cittadinanza di Sant’Anastasia i valori insiti nei nostri sette principi fondamentali, come ad es. umanità, imparzialità, unità, universalità, suggellando anche un rapporto di collaborazione che dura da anni e che rafforzeremo a breve con la firma di un protocollo d’intesa».

«La nostra Croce Rossa si è sempre distinta per l’impegno e la professionalità in varie situazioni ed eventi straordinari, in collaborazione con il nucleo di Protezione Civile, come quello del Lunedì in Albis – dice il sindaco Lello Abete – e la consegna ed esposizione della bandiera assume il significato di condivisione dei valori della Cri da parte dell’Amministrazione e della comunità. È anche segno di una collaudata sinergia tra Ente e Cri, che intendiamo far crescere per rendere sempre meglio un servizio alla comunità».