Poggiomarino, blitz dell’opposizione al cimitero: trovate casse da morto usate e residui di resti

1973

È scattato il blitz nel primo pomeriggio al cimitero di Poggiomarino. Ad arrivare nel luogo di silenzio e ad avvisare le forze dell’ordine sono stati i consigliere di opposizione che già nei giorni scorsi si erano espressi duramente in merito alla situazione di una porzione del cimitero. In un piccolo locale del camposanto, infatti, sono state trovate delle casse da morto “usate” e residui di resti.

In particolare, fanno sapere dalla minoranza, in un’area accessibile a tutti, oltre alle casse di zinco che hanno contenuto i resti mortali, c’erano anche pezzi di vestiti con tracce organiche evidenti. I carabinieri della locale stazione, giunti sul posto, hanno avvisato l’Arpac che a breve dovrebbe essere nel cimitero al fine di fare rilievi su quanto rinvenuto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE