I finanzieri del Comando provinciale di Napoli hanno eseguito controlli su 11 opifici ubicati nella zona industriale di Palma Campania. All’interno è stata rilevata la presenza di 245 lavoratori, in prevalenza manodopera extracomunitaria, di cui 107 completamente “in nero”.

All’esito dei controlli delle Fiamme Gialle è emerso che 31 cittadini bengalesi privi del permesso di soggiorno erano impiegati illecitamente nelle attività lavorative dai rispettivi datori di lavoro, mentre un opificio è stato posto sotto sequestro per le violazioni riscontrate alla normativa sul lavoro, nonché per l’impiego di manodopera clandestina. Per i 31 lavoratori irregolari e per i datori di lavoro che li hanno impiegati è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria.