Alla fine di indagini finalizzate a disarticolare un sodalizio dedito ai reati fallimentari, è stato eseguito un sequestro preventivo di beni dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Nola su un ordine emesso dal Gip presso il Tribunale di Nola. Dalle indagini sono emerse plurime condotte di bancarotta fraudolenta effettuate da tre persone che agivano sul territorio dell’agronolano. Si tratta di D. A., amministratore di fatto e di diritto della fallita Cedi srl, C. M. e N.S, amministratori di fatto.

I tre hanno sottratto risorse societarie alla società, che operava nel settore del commercio all’ingrosso di ferramenta, aggravandone lo stato di dissesto, sia attraverso I’esposizione in bilancio di rimanenze pari a circa 200mila euro, non trovate dal curatore, sia mediante una cessione d’azienda in realtà finalizzata alla prosecuzione dell’attività societaria. Per questo motivo sono stati sequestrati beni per complessivi 1.883.769,04 euro alla neonata società Adp Infissi srl che avrebbe beneficiato della condotta fraudolenta.