Costruzioni e droga, le mani dei Fabbrocino sul litorale abruzzese: è allarme dell’Antimafia


3790

Dopo il Lazio ed il Nord, secondo l’Antimafia gli artigli della camorra vesuviana, ed in particolare del clan Fabbrocino, si sarebbero posati anche in Abruzzo, in particolare sul litorale delle vacanze, in quel tratto di mare compreso tra Vasto, Giulianova, Rocca San Giovanni e San Vito Chietino. Si tratta di località marittime piuttosto famose e dove il turismo si sta avviando soltanto da qualche anno; insomma l’occasione giusta per fare business.



E non a caso, proprio di recente, in un blitz delle forze dell’ordine sono finite in manette tre persone mentre altre cinque sono state denunciate. I carabinieri di Chieti non hanno dato molte informazioni in merito, tuttavia è trapelato che almeno sei delle persone coinvolte sono originarie di Ottaviano e San Giuseppe Vesuviano, un dato che confermerebbe i timori della Dda. Particolare attenzione anche sulle costruzioni di nuove case e di complessi turistici: i Fabbrocino, infatti, sono noti proprio per le capacità imprenditoriali e di immobiliaristi.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE