Una mirata attività investigativa realizzata dalla Polizia di Stato del commissariato Vicaria Mercato, ha condotto all’arresto di Pietro Granato, 30enne di Somma Vesuviana, perché responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di tipo hashish e marijuana, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

I poliziotti hanno attivato un servizio di appostamento ed osservazione in vico Cangiani al Mercato, dove, indagini pregresse, attribuivano la presenza di armi. Decidendo di procedere, raggiungevano l’appartamento al secondo piano in uso al Granato che, appena ha realizzato di trovarsi di fronte a poliziotti, non ha esitato un attimo a reagire, avviando una colluttazione con gli agenti e spingendoli così violentemente da riuscire a chiuderli fuori.

L’ingresso in casa, avvenuto con l’ausilio dei vigili del fuoco, ha consentito di scovare una vera centrale di spaccio, attività protetta dalla presenza di sistema di videosorveglianza, c’era infatti un televisore che trasmetteva immagini delle varie strade adiacenti l’appartamento. Gli agenti, durante la perquisizione domiciliare, hanno trovato 50 grammi di hashish e 41 grammi di cocaina occultata in un portasigarette di latta, dell’acqua distillata, un bilancino di precisione, 2 termosaldatori, un monitor per videocitofono una telecamera per videocitofono, numerose buste di plastica trasparente, numerosissimi cilindretti di plastica idonei al confezionamento della sostanza stupefacente, 2 telefoni cellulari ed un televisore.