Il progetto della nuova Cie (Carta d’identità elettronica) è finalizzato ad incrementare i livelli di sicurezza dell’intero sistema di emissione attraverso la centralizzazione del processo di produzione, personalizzazione e stampa della Cie, a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, nonché mediante l’adeguamento delle caratteristiche del supporto agli standard internazionali di sicurezza e a quelli anticlonazione ed anticontraffazione in materia di documenti elettronici.

La nuova Cie oltre ad essere strumento di identificazione del cittadino è anche, per i soli cittadini italiani, sarà un documento di viaggio in tutti i paesi appartenenti all’Unione Europea ed in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi. Da quando prenderà il via la Carta di Identità Elettronica non sarà più possibile richiedere la carta d’identità nel tradizionale formato cartaceo, tranne in alcuni casi di comprovata urgenza.

Nei singoli Comuni in cui è prevista l’attivazione, dunque, a breve inizieranno i corsi di formazione per il personale e verranno installate le apposite infrastrutture informatiche. A coordinare le attività per il Comune di San Giuseppe Vesuviano ci penserà Raffaele Miranda, ingegnere a capo del Servizio Sistemi Informativi dell’Ente, che ha contribuito, in questi anni, a rendere il Comune di San Giuseppe Vesuviano punto di riferimento della Campania in termini di innovazione.

Soddisfazione è stata espressa anche da Vincenzo Catapano, sindaco di San Giuseppe Vesuviano: «In questi anni abbiamo progressivamente aperto gli uffici comunali ad un uso sempre maggiore delle tecnologie, degli strumenti informatici e delle nuove forme di comunicazione ed interazione con i cittadini. L’arrivo della nuova Carta di Identità Elettronica eleverà gli standard di sicurezza del documento fondamentale per l’identificazione dei cittadini».