Condanna definitiva per tre uomini del clan Fabbrocino egemone nell’area vesuviana e che erano sotto processo per associazione a delinquere ed estorsioni. Secondo la legge sono quindi colpevoli Giuseppe Caliendo, condannato a 10 anni e 8 mesi; Francesco Cozzolino, 8 anni la sua pena; e Giovanni Caliendo, figlio di Giuseppe a cui sono stati comminati 5 anni e 4 mesi.

I tre avevano creato un gruppo che chiedeva il “pizzo” ai grandi commercianti ed agli imprenditori della zona di San Giuseppe Vesuviano e dintorni a nome appunto della cosca dei Fabbrocino del boss Mario detto “O’ Gravunar” (nella foto). Niente piccoli esercizi nel mirino del trio, così come accade su tutte le città “gestite” dai Fabbrocino.