Al Nord per spacciare soldi falsi: nei guai un 37enne di Pollena


1263

Si è ritrovato in cassa una banconota da 100 falsificata: un commerciante di San Polo d’Enza, vicino a Reggio Emilia, si è quindi rivolto ai carabinieri, che sono risaliti a due falsari. Come documentato dalle telecamere, i due uomini si aggiravano nei comuni della Val d’Enza reggiana e nei paesi vicini della provincia di Parma. Il commerciante ha riconosciuto in foto i due clienti che pagato con 100 euro falsi, ma di buona fattura.  Con l’accusa di spendita di banconota falsificata i carabinieri hanno denunciato un 37enne di Pollena Trocchia e l’amico 40enne di Volla. I due hanno precedenti specifici.



Il 37enne e il 40enne avevano fatto un acquisto da 20 euro nel negozio reggiano usando appunto una banconota da 100. Il commerciante, insospettito dalla loquacità dei due, non avendo il macchinario che potesse indicargli la genuinità della banconota è uscito e ha annotato il modello dell’auto dei due uomini e alcuni elementi della targa. Nei giorni successivi, acclarato che si trattava di una banconota falsa, il commerciante si è rivolto ai carabinieri, fornendo i dati in suo possesso. Dall’analisi dei transiti nei varchi comunali, i militari sono risaliti alla targa completa: il veicolo era intestato a una società di noleggio del Molise. Così sono risaliti al 37enne e al 40enne del Vesuviano che avevano la vettura in uso.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE