La Squadra mobile di Napoli e il personale della Direzione centrale per i servizi antidroga hanno eseguito questa mattina il sequestro dei beni di 3 imprenditori incensurati, i fratelli Raffaele e Giuseppe Maurelli e Paolo Del Sole, ritenuti al vertice della catena di finanziamento e importazione di un enorme quantitativo di droga – 700 chili di cocaina – sequestrato ad Aguilas, in Spagna, nell’estate del 2014. Il valore dei beni sequestrati supera i 10 milioni di euro tra contanti, preziosi, gioielli, lingotti, oltre sessanta orologi tra Rolex, Adam Piguet e Patek Philippe.

Durante le operazioni di sequestro, nello scantinato di uno degli appartamenti di Raffaele Maurelli, a Pompei, è stata trovata una scatola contenente sette bombe a mano da guerra di produzione dell’ex Jugoslavia – tutte complete di accenditore – e giubbotti antischegge, oltre a una macchina per impacchettare denaro sottovuoto. La rimozione in sicurezza degli ordigni ha richiesto l’intervento del corpo speciale degli artificieri.