Si è lanciato sotto un treno in partenza, nella stazione di Napoli centrale: il macchinista ha raccontato di averlo visto gettarsi ma non ha fatto in tempo a frenare completamente il convoglio. L’uomo, L.F., 44 anni, di Torre del Greco, è stato ricoverato in ospedale con gravissime ferite e ha dovuto subire l’amputazione di un braccio e di una gamba.

L’episodio è avvenuto intorno alle 5 di stamane, lungo il binario 8 della stazione partenopea. Sembra che l’uomo soffrisse da tempo di depressione in seguito a gravi problemi familiari. Sull’episodio indaga la polizia.