Piazzolla di Nola resta nel dolore, chiusa nel lutto. Ed a manifestare la sofferenza dell’intera comunità sono proprio gli amici di Arcangelo Sepe, il 18enne rimasto ucciso in quel tragico incidente in via Stella a Nola. Sul punto preciso in cui la Nissan si è ribaltata, infatti, in molti hanno apposto un lumino proprio in memoria del ragazzo che era diventato maggiorenne a fine febbraio.

Ma a Piazzolla di Nola e dintorni è tutto quasi dedicato ad Arcangelo: gli striscioni apparsi sono due, uno che ricorda “che non doveva andare così, che siamo un po’ più soli”, l’altro che parla “di un tragico attimo e di un infinito dolore”. E ancora, su un muro la scritta “Arcangelo Vive” ed in aggiunta un cuore attraverso le applicazioni da telefonino per le foto.