Continuano le truffe agli anziani: e stavolta va a segno a Sant’Anastasia dove è stata raggirata una 80enne che ha consegnato 1.300 euro ad un uomo. Il truffatore si è presentato come al solito amico del nipote della pensionata, dicendo che il giovane aveva bisogno di soldi per evitare un grosso guaio. Poi le ha passato il telefono, con la solita chiamata poco comprensibile ma carica di paura per la vittima.

A quel punto l’anziana non ci ha pensato su due volte, ed ha cercato tutti contanti che aveva in casa: circa 1.300 euro a fronte di una richiesta di 4mila euro. Subito dopo però l’anziana si è resa conto che poteva trattarsi di una truffa ed ha avvisato i familiari, compreso il nipote che non solo non aveva bisogno di soldi, ma che mai si era messo al telefono per parlare con la nonna. Il raggiro è avvenuto nella zona di Capodivilla, indagano i carabinieri.