Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Pomigliano d’Arco e cittadini, insieme, hanno ripulito alcuni campetti pubblici di un quartiere periferico, e «restituito ai bambini spazi in cui giocare». La pulizia e la messa in sicurezza della zona, sono state rese possibili anche grazie al secondo “restitution day” da parte degli esponenti grillini che siedono tra i banchi d’opposizione, che hanno messo a disposizione i propri gettoni di presenza al Consiglio comunale, per acquistare due tombini e rimettere a nuovo due campetti di calcetto.

«Questa è la nostra idea di comunità e di buona politica – ha spiegato Dario De Falco, capogruppo M5s in Consiglio – le periferie sono abbandonate, e noi abbiamo istituito “adotta un quartiere”, facendo quello che abbiamo sempre fatto, un volontariato attivo per restituire la città ai cittadini. Insieme con i residenti, io e gli altri consiglieri del Movimento 5 stelle, Maria Busiello, Salvatore Esposito e Salvatore Cioffi, ed altri attivisti, abbiamo ripulito i campetti e le aree pubbliche del Parco Partenope, a ridosso della 219: alcuni cittadini, operatori nell’edilizia, hanno messo a posto i tombini che mancavano, i gradoni dei campetti. Ognuno di noi ha fatto qualcosa per la nostra comunità, e questo è solo il primo quartiere che abbiamo adottato. Insieme ce la possiamo fare: con poche centinaia di euro abbiamo fatto quello che le amministrazioni comunali che si sono succedute in questi anni non hanno fatto».

I consiglieri hanno restituito circa 800 euro dei gettoni di presenza, con i quali hanno acquistato alcune attrezzature, come i tombini mancanti, la pittura e le porte per i campetti di calcio che in questi giorni sono stati restituiti ai bambini della zona. Ad ottobre scorso gli esponenti del M5S, avevano restituito alla città altri 1.600 euro dei gettoni di presenza, acquistando attrezzature scolastiche per due plessi della periferia cittadina.