Poggiomarino, attori di Gomorra bacchettano i calciatori francesi: in mille per i casting da Intralot Cafè


3096

«Si tratta soltanto di sciocchezze, una fiction o un film non possono minare la credibilità di una città al punto da spingere dei professionisti a rifiutare di lavorare a Napoli. A questo punto nessuno dovrebbe andare più in America, visti i tanti film di malavita, a partire da “Il Padrino”, ambientati proprio negli Stati Uniti». È la replica degli attori Walter Lippa e Riccardo Avitabile, il “Carlucciello” e “Il Contabile” della prima e seconda serie di “Gomorra”, alle dichiarazioni del procuratore dei calciatori francesi Tolisso e Gonalons, secondo cui i suoi assistiti avrebbero rifiutato Napoli a causa della fiction prodotta dalla Cattleya.



Lippa e Avitabile hanno rilasciato le dichiarazioni durante il casting pubblico che si è tenuto ieri da “Intralot Cafè” a Poggiomarino. «Rifiutare una città bellissima, la più bella al mondo, per qualche immagine di pochi quartieri dov’è concentrata la malavita, è davvero una stupidaggine – concludono gli attori – i centrocampisti del Lione non sanno invece cosa si sono persi. Napoli è un paradiso, non l’inferno».

Intanto, a partecipare ai provini per i tre film realizzato in collaborazione con le associazione promotrici dell’evento, sono state ben mille persone. Un via vai di 5 ore da viale Manzoni a Poggiomarino dove gli aspiranti attori hanno potuto incontrare i loro beniamini con la speranza di avere anche una parte nei lavori futuri. Soddisfatto il manager di Intralot Cafè, Vincenzo Giugliano: «Un pomeriggio da incorniciare, insieme abbiamo vissuto una giornata entusiasmante dando un piccolo opportunità a tanti giovani e meno giovani che hanno partecipato ai casting».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE