Raccogliamo le segnalazioni che ci sono giunte: la Pineta lasciata come una discarica dopo il picnic di Pasquetta non era quella di Terzigno, bensì a Torre Del Greco, sempre comunque in pieno Parco Nazionale del Vesuvio, del resto a pochi chilometri di distanza. Resta il dato di fatto di un’inciviltà che continua a dilagare all’interno del parco protetto dove cittadini che arrivano da fuori – e questo è un dato fondamentale – poco rispettano il territorio vesuviano tra l’altro già costellato da discariche praticamente in ogni punto. Respingiamo le accuse di chi parla di un tentativo di “sputtanare” Terzigno: si è trattato di un mero errore di segnalazione rispetto alla località dove è avvenuto lo scempio di Pasquetta. Per noi il territorio vesuviano (che si tratti di Terzigno, San Giuseppe, Torre del Greco, Ercolano, Trecase) è tutto da rispettare e da difendere.

Naturalmente nessuno aveva accusato i cittadini terzignesi di avere lasciato l’immondizia in Pineta proprio in virtù del fatto che i picnic vengono nel 90% dei casi tenuti fuoriporta. Ci scusiamo con i lettori per l’imprecisione ma è chiaro che in pieno parco nazionale del Vesuvio (che sia a Terzigno o Torre del Greco) resta un grave problema di inciviltà da parte soprattutto dei visitatori, un fenomeno contro cui servirebbe maggiori controllo lungo l’intero territorio, oltre a sanzioni esemplari contro chi non intende proteggere le bellezze naturali di uno spaccato unico al mondo.