Gestione dei rifiuti a Ottaviano, la replica arriva direttamente dal sindaco Luca Capasso: «Una parte dell’opposizione in consiglio comunale ha presentato una mozione di sfiducia individuale nei confronti del consigliere comunale delegato alla nettezza urbana, Giorgio Marigliano. Si tratta di uno scivolone istituzionale: un consigliere non può essere sfiduciato. Al limite lo possono sfiduciare i cittadini, evitando di votarlo: il giudizio degli elettori è sovrano e lo sarà sempre».

«Ma non è questo il punto – prosegue – gli esponenti della minoranza fanno riferimento ad una nota firmata dal responsabile Ufficio Ambiente e inviata alla ditta Gpn, che gestisce il servizio di raccolta di rifiuti in cui si sottolineano disservizi ed anomalie. Ma i consiglieri non dicono (forse non lo sanno, forse fingono di non saperlo) che quella nota è stata voluta proprio da Marigliano, oltre che dal sottoscritto. Siamo stati noi a chiedere chiarimenti rispetto al capitolato, nella consapevolezza che il contratto scade nel 2020 e che fino a quella data è necessario ottemperare a tutte le inadempienze. Prova ne sia il fatto che abbiamo già incontrato la ditta per chiedere loro il rispetto del contratto fino in fondo».

E ancora: «I rappresentanti di una parte dell’opposizione dicono anche che la tassa sui rifiuti ha avuto un incremento del 25% per i commercianti. Non è esatto, è una cantonata. Certe cose vanno spiegate bene, altrimenti è meglio lasciar perdere. Sugli esercizi commerciali c’è stato un incremento del 20%, dovuto al fatto che il Prefetto ci ha chiesto di accantonare in bilancio circa 200mila euro per la rimozione e bonifica di rifiuti che stavano sul territorio di Ottaviano dal 2003. Inoltre, è aumentato il costo di conferimento della frazione organica per tutti i Comuni (e, anzi, noi siamo riusciti a contenerlo). Nonostante queste difficoltà, siamo riusciti ad abbassare la tassa per le utenze domestiche del 10% e a prevedere nel bilancio una serie di incentivi per i commercianti virtuosi che compenseranno gli aumenti».

«La verità è che la differenziata va bene, raggiunge percentuali intorno all’80% e Ottaviano è più pulita. Si può migliorare? Certo che sì. E lo faremo. Noi, infatti, privilegiamo solo ed esclusivamente l’interesse degli ottavianesi e agiamo sempre con trasparenza. Lavoriamo per una città migliore, abbiamo già ottenuto ottimi risultati e altri ne verranno ancora. Le chiacchiere stanno a zero e certe polemiche servono solo a far clamore ma, per fortuna, lasciano il tempo che trovano», conclude Capasso.