Narcotraffico dal Sudamerica, passando per la Spagna attraverso una barca a vela dal nome “Scugnizza”. E proprio all’interno dello scafo c’era un doppiofondo dove la banda di trafficanti di droga nascondeva le sostanze stupefacenti. Quantitativi enormi: oltre 680 chili a viaggio e che hanno portato a sequestri di soldi e beni tra Scafati, San Giuseppe Vesuviano, Castellammare e Torre Annunziata.

In manette sono finiti i fratelli Raffaele e Giuseppe Maurelli, di 46 e 44 anni, imprenditori originari di Castellammare di Stabia ma residenti a Scafati. Con loro in arresto anche Paolo Del Sole, 39enne originario di Torre del Greco. Furono già arrestati i fratelli Andrea e Francisco Lopez, gli skipper, di 66 e 69 anni, e Bartolo Di Massa, 46enne di Castellammare.