«Decisioni unilaterali, scelte senza senso e interrogativi ancora privi di risposta». Ecco per grandi linee le motivazioni per cui sei assessori-consiglieri e consiglieri della maggioranza hanno firmato ormai un mese e mezzo fa le dimissioni, ponendo fine al mandato dell’ex sindaco, Antonio Russo. A parlarne è Michele Rainone, il medico cardiologo ex presidente del consiglio comunale.

Rainone ha spiegato in una lunga intervista al periodico “Il Pappagallo” i motivi della dolorosa scelta che ha portato ad un nuovo commissariamento a San Gennaro Vesuviano: «Russo è venuto meno a tutti gli accordi, soprattutto nella parte conclusiva del mandato quando prendeva scelte unilaterali, senza alcuna discussione e senza mai fare riunioni di maggioranza. Tra l’altro si è inventato due assessorati come quelli al Cimitero e al Demanio assolutamente inutili».

E sul futuro il medico dalle pagine de Il Pappagallo spiega: «Obiettivo Futuro, il movimento nato 13 anni fa, non esiste più. Per le prossime elezioni stiamo ancora valutando, vedremo se ci saranno le condizioni per scendere in campo. C’è un bel gruppo con cui poter lavorare, tra cui anche gli altri consiglieri dimissionari. Ma certamente, se il progetto dovesse andare in porto, la nostra lista avrà un nome diverso».