Comunali a Pompei, ci sarà anche il Movimento Popolare Campano del senatore Langella


880

Ci sarà anche il Movimento Popolare Campano ai nastri di partenza delle prossime amministrative a Pompei. La creatura politica di impronta centrista fondata dal senatore Pietro Langella, scende in campo per raccogliere, spiega il parlamentare (che a Palazzo Madama è iscritto al gruppo Ala-Sc): «il guanto di sfida per il pieno rilancio di un territorio, quello della cittadina mariana, che merita ben altro che non l’abbandono e l’incuria cui anni di malamministrazione lo hanno costretto».



«Non sta a noi dire – prosegue Langella – quanti e quali tesori possa sfoggiare la città del Vesuvio, dal santuario mariano all’area archeologica. Gemme preziose che tutto il mondo ci invidia. Pompei stessa – aggiunge Langella – è uno scrigno ricolmo di perle luccicanti che aspettano solo di poter essere ulteriormente valorizzate. Dall’occupazione per i giovani al turismo – dice ancora il senatore – si avverte, in quest’area, ora alle prese con una forte depressione, il bisogno della cosiddetta “buona politica”. Quella che il nostro Movimento, ormai sempre più radicalizzato, propone a quanti, magari insieme a noi, sentono il bisogno di voler accettare la sfida che i cittadini ci lanciano».

«Per spazzare via la sfiducia nelle istituzioni e riscattare il buon nome di Pompei – ribadisce Langella – bisogna puntare al profondo rinnovamento della classe dirigente e ad un nuovo modo di concepire la politica, che sia veramente intesa come servizio dal basso esclusivamente rivolto al cittadino. Ecco perché nella lista dei candidati al Consiglio comunale che abbiamo in mente, non ci sarà spazio per le vecchie cariatidi del sistema politico locale e per quanti hanno affossato la perla dell’Unesco».

«Al di là degli steccati e delle ideologie – conclude il leader del MpC –  a noi stanno a cuore le forze sane e propulsive della società, i giovani e quanti credono veramente nelle potenzialità del territorio mariano e nella bontà del nostro progetto. È a loro che ci rivolgiamo per disegnare, assieme, il futuro della nuova Pompei».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE