Svolta storica e destinata a fare discutere: i treni verso Pompei Scavi e Sorrento partiranno anche domani pomeriggio. E per riuscirci, l’Eav ha “sorpassato” i sindacati, chiedendo la disponibilità lavoratore per lavoratore per la cifra di 230 euro così come era previsto sin dall’inizio della trattativa iniziale poi saltata. Nell’accordo però non sono comprese le altre tratte che come ogni anno a Pasqua non avranno alcun treno in servizio.

Come scrive Francesco Gravetti sull’edizione online de Il Mattino: «Le corse saranno sei in tutto: tre dal capoluogo e tre dalla città costiera. La prima partirà alle 15 e l’ultima da Sorrento alle 19,30, in tempo utile per offrire un servizio ai turisti che escono dagli scavi di Pompei ed Ercolano». Soddisfatto il presidente Eav Umberto De Gregorio: «Si tratta di un risultato importante, che va nella direzione giusta: salvare l’immagine della Campania».