Ieri pomeriggio, gli agenti del commissariato San Giuseppe Vesuviano hanno arrestato il 48enne del posto, Pasquale Langella, perché sorpreso a spacciare droga ed a confezionarne le dosi a casa sua. L’arresto nasce nell’ambito di una mirata attività investigativa posta in essere dai poliziotti che da tempo osservavano le azioni del Langella.

Verso le 16, mentre erano appostati nei pressi dell’abitazione del Langella, i poliziotti hanno visto un ragazzo intorno ai 20 anni, uscire insieme all’uomo dalla casa e che, accortosi della presenza della polizia, si è dato a precipitosa fuga riuscendo a far perdere le sue tracce. Anche Langella ha tentato una fuga all’interno della sua abitazione ma è stato prontamente raggiunto e bloccato.

Sul tavolo in cucina i poliziotti anno trovato 5 involucri termosaldati contenenti polvere bianca, sette bustine di platica trasparente contenenti sostanza marrone, due pezzi di sostanza marrone, un bilancino di precisione della marca Diamond, un coltello da cucina con manico nero dalla lama di 20 centimetri, un rotolo di carta argentata tipo quella da cucina e 50 bustine in plastica trasparente vuote, idonee a confezionare le dosi. Un esame delle sostanze rivenute ha confermato che si trattava droga di tipo hashish per complessivi 43 grammi e cocaina per grammi 1,34.

Oltre alla sostanza stupefacente ed all’occorrente il confezionamento delle dosi, sono state rinvenute banconote di vario taglio per un complessivo di 310 euro. L’autorità giudiziaria ha disposto che il 48enne fosse sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima. Il denaro e la droga sono stati sequestrati.