Striano, D’Andrea su scuolabus senza revisione: «Bimbi a rischio, sindaco fingeva di non sapere»


778

«La vicenda degli scuolabus che dall’inizio del mese di marzo circolavano senza revisione è il sintomo delle problematiche gravi che affliggono il Comune di Striano. Persino la sicurezza dei bambini è stata di fatto ignorata. Le dichiarazione rilasciate dal sindaco ai giornali sono sconfortanti. Il primo cittadino se la prende come al solito con l’opposizione mentre dovrebbe guardare in casa propria e cioè esaminare l’operato degli Uffici e dei suoi assessori». A parlare è Francesco D’Andrea consigliere di opposizione del gruppo “Striano Cambia”.



«Chi avrebbe dovuto controllare gli scuolabus e non l’ha fatto? Di chi sono le responsabilità? Come possiamo agire per fare in modo che ciò non accada mai più e che i nostri bambini viaggino sicuri? – si chiede il consigliere – A queste domande avrebbe dovuto rispondere il sindaco e non lo ha fatto quando il sottoscritto ha sollevato il problema nell’ultimo consiglio comunale dove suoi assessori hanno pubblicamente dichiarato che sapevano che la revisione era scaduta il 28 febbraio».

E ancora: «Il sindaco ora chiede scusa dicendo che non è di loro competenza controllare. È vero che non spetta a loro controllare materialmente se la revisione è stata effettuata o meno, però la cosa gravissima è che loro sapevano ma comunque hanno permesso che il trasporto scolastico continuasse. Loro sapevano ma non hanno comunque sospeso il servizio, mettendo a serio rischio l’incolumità e la sicurezza dei bambini, degli autisti e degli accompagnatori confermando la loro superficialità e la assoluta mancanza di controllo sul servizio in questione. È inutile che ora il sindaco con una dichiarazione molto commovente, chiede scusa ai cittadini come se scendesse dalle nuvole».

«È evidente che l’attuale maggioranza ha perso il controllo amministrativo dell’Ente, forse per incapacità degli assessori, forse per inesperienza ma la loro confusione mentale e politica danneggia l’intera cittadinanza. Insomma questa Amministrazione appare sempre più distante dai bisogni dei cittadini, non garantendo servizi essenziali», conclude D’Andrea.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE