Striano, consiglio comunale “bagarre”: ma l’Amministrazione abbassa le tasse


638

Grande bagarre ieri nel consiglio comunale tenutosi a Striano, dopo ben tre mesi dalla convocazione della seduta precedente. I consiglieri di minoranza – Luigi Gatti, Vincenzo Coppola e Francesco D’Andrea – hanno attaccato senza mezze misure il gruppo di maggioranza guidato dal sindaco Aristide Rendina, rimarcando il loro disappunto per l’unica assise riunitasi, finora, nel nuovo anno.  Nell’occasione il consigliere D’Andrea ha chiesto una pregiudiziale riguardo la vicenda dello scuolabus, che privo di regolare collaudo di revisione è stato sequestrato dalla polizia stradale due giorni fa a seguito di un controllo.



Dopo il duro attacco dello stesso consigliere di opposizione che ha parlato di “grave negligenza” e “superficialità politica”. Sull’accaduto, l’assessore ai Servizi sociali Rosa Rega ha spiegato che «pur non essendo di competenza degli assessori, la revisione dello scuolabus sarà ultimata entro sabato e il mezzo riprenderà regolarmente il servizio già da lunedì prossimo». Il tutto nell’attesa che entro fine anno ci sia la nomina del nuovo responsabile del servizio interessato.

Sul versante poi della revoca e della contestuale nomina delle commissioni consiliari (Bilancio e tributi, trasparenza, affari sociali e culturali), il consigliere Gatti ha evidenziato come tale strumento di partecipazione allargata sia stato poco o per nulla adoperato negli ultimi due anni, chiedendo che «da oggi le commissioni abbiano un senso e siano convocate più frequentemente». Dal canto suo il gruppo di maggioranza ha sottolineato, per bocca del sindaco che «per il 2017 non ci sarà nessun aumento delle aliquote Tasi, Imu, Irpef per i cittadini di Striano grazie ad un preciso impegno politico dell’amministrazione».

L’ assessore ai Lavori pubblici, con delega all’Ambiente, Ulrico Gravetti, si è impegnato a far sì che il Comune, che già sta sanando un debito pregresso di 200mila euro, raggiunga un ulteriore risparmio di 100mila euro sul versante del servizio di raccolta dei rifiuti. L’assessore al Bilancio, Elisa Boccia, ha poi illustrato i dettagli del regolamento comunale sull’adesione alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento (poi approvato in seduta), che consentirà ai contribuenti morosi di Striano (circa 60) di sanare la loro posizione debitoria, attraverso la dilazione dei pagamenti (al netto delle sanzioni) per il periodo che va dall’anno 2000 al 2016.

Nulla di fatto infine per la mozione presentata dal consigliere D’Andrea per quanto concerne la realizzazione patrocinio e rappresentanza legale Ente, con una proposta di incarico annuale da affidare a due professionisti ingaggiati dal Comune. Il sindaco Rendina ha precisato che «i 270mila euro spesi nel periodo 2014-2016 dal Comune per i servizi legali, includono anche i pagamenti per la chiusura dei contenziosi sugli onorari degli anni risalenti fino al 2007. Continueremo nell’attuale gestione del servizio di volta in volta, senza alcun appalto dello stesso», ha concluso il sindaco.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE