Sospesa guardia zoofila a Pomigliano: fumava nel parco pubblico nonostante il divieto


1673

Dal 9 marzo scorso è in vigore il divieto di fumo nei giardini e nei parchi pubblici: una ordinanza firmata dal sindaco Lello Russo stabilisce anche, per i trasgressori, una sanzione amministrativa di 200 euro. Ciò premesso, l’amministrazione comunale ritiene increscioso l’episodio verificatosi venerdì scorso nel parco urbano “Giovanni Paolo II” e reso noto da alcuni cittadini attraverso i social network.



In particolare si fa riferimento ad uno scontro tra l’addetto alla vigilanza del parco e una guardia zoofila: il vigilante avrebbe richiamato la guardia zoofila che, sigaretta in mano, stava evidentemente violando il divieto. Tra i due, come poi confermato da successive verifiche, è scoppiata una lite violenta che per poco non è degenerata in uno scontro fisico.

«Fatte le dovute verifiche – spiega l’assessore Pasquale Sanseverino – ho incontrato ieri mattina, nella sede del municipio, il comandante delle guardie zoofile e il capo della ditta che si occupa della vigilanza nel parco pubblico. Ho chiesto e ottenuto da entrambi di sospendere dal servizio i due dipendenti protagonisti della vergognosa lite: la guardia zoofila perché riteniamo inammissibile che chi ha la responsabilità di controllare e far rispettare le regole sia poi il primo a trasgredire; il vigilante perché non possiamo tollerare, sia pure comprendendo le buone intenzioni, un atteggiamento al limite dell’aggressione. Ad entrambi abbiamo chiesto la massima collaborazione per far osservare le regole e dare il buon esempio».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE