Scrisse Forza Vesuvio su Facebook: condannata la consigliera leghista


519

“Forza Etna, Forza Vesuvio, Forza Marsili!”. Questo il post che nel 2012 l’allora consigliera provinciale del Carroccio di Monza e Brianza, Donatella Galli, aveva affidato alla sua pagina Facebook, auspicando che i tre vulcani del Sud Italia potessero cancellare tutta la Penisola al di sotto della Toscana, insieme ai suoi abitanti.



Ora, dopo aver affrontato un processo, la Galli è stata condannata a venti giorni di reclusione (con pena che probabilmente sarà sospesa) e al pagamento, come risarcimento simbolico, di un euro in favore delle parti civili costituite. A presentare una denuncia per quel post pubblicato sul social network era stato l’avvocato Angelo Pisani, allora presidente della ottava Municipalità di Napoli, che si è costituito parte civile nel processo rappresentato dal legale Sergio Pisani.

È stato proprio Angelo Pisani, attraverso i social, ad annunciare la condanna. «Il razzismo si contesta e condanna con la legge e la cultura non con la violenza e strumentalizzazioni, sia sugli stadi che nelle piazze. Condannata la consigliera leghista che scriveva “Forza Vesuvio…”. Una grande lezione di dignità e giustizia anche a chi fomenta le piazze seminando odio e violenza», ha scritto Pisani.

La consigliera brianzola era stata accusata di propagandare idee fondate sulla superiorità razziale ed etnica degli italiani settentrionali rispetto ai meridionali e di commettere atti di discriminazione razziale ed etnica.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE