La guardia di finanza di Torre Annunziata ha arrestato una donna per illecita detenzione di sostanza stupefacente. In particolare i militari, nei pressi del casello autostradale torrese, sono stati incuriositi dalla repentina inversione di marcia di un’auto. L’immediato inseguimento e il tempestivo fermo del veicolo ha permesso agli agenti di rinvenire, nascosti sotto il sedile lato passeggero, 19 panetti di hashish.

Gli accertamenti eseguiti sulla conducente dell’auto hanno consentito di identificare la stessa nella nipote di un noto pregiudicato della criminalità organizzata napoletana, attualmente detenuto, che si avvarrebbe di donne del clan per lo spaccio delle sostanze stupefacenti nel rione Cavone e nella zona compresa tra via Toledo fino a Materdei. Sequestrato lo stupefacente, l’autovettura e del denaro contante. La donna, una 32enne è stata arrestata e posta ai domiciliari dopo il processo per direttissima. Si tratta di Luisa Lepre figlia del capoclan Ciro Lepre detto ‘o sceriff e nipote del defunto Carmine, ucciso un anno fa in un agguato di camorra a Napoli.