È vero e proprio giallo a Sant’Anastasia per la morte di un 30enne pregiudicato e che in passato aveva avuto problemi con la legge per lo spaccio di droga. L’uomo, infatti, è morto davanti ai carabinieri durante un controllo in casa nel corso di un’operazione che punta regolarmente a ridurre lo spaccio di sostanze stupefacenti in città. A raccontare la vicenda è il quotidiano Roma in edicola questa mattina.

In realtà già alcuni quotidiani online avevano affrontato il caso parlando quasi certamente di un decesso avvenuto per overdose. In pratica l’uomo avrebbe ingerito la droga per evitare l’arresto, finendo per morire. Ma l’ipotesi al momento non è stata confermata né smentita da parte delle forze dell’ordine. Naturalmente, per saperne di più si aspetta l’autopsia.