Oltre a anche Pasquale Sommese, consigliere regionale del gruppo misto ed ex assessore al Turismo della Regione Campania, tra le persone finite agli arresti in un’inchiesta su presunti intrecci tra la politica e il clan dei Casalesi, ci sono anche il direttore dell’Adisu, Claudio Borrelli, il sindaco di Aversa, Enrico De Cristofaro, Raffaele De Rosa (Pd), fratello del sindaco di Casapesenna.

Coinvolti anche alcuni ex sindaci del Napoletano, da Domenico Giorgiano (Pd), ex primo cittadino di San Giorgio a Cremano, a Claudio D’Alessio (Pd), ex sindaco di Pompei, e del casertano come Ferdinando Bosco, ex primo cittadino di Casapulla, e Adele Campanelli, soprintendente archeologica della Campania, insieme a ingegneri, docenti universitari, funzionari pubblici, faccendieri e commercialisti del casertano e del Napoletano, accusati a vario titolo di corruzione, turbativa d’asta e concorso esterno in associazione.