«Se non mi dai i soldi, appicco un incendio a casa». Questa la minaccia che un figlio 30enne ha fatto al padre, un 50enne, che dopo avere rifiutato è stato selvaggiamente picchiato. L’uomo aveva infatti provato a prendere tempo entrando in un bar di via Iervolino: «Adesso non ho contanti con me, provo a farmeli prestare dal mio amico barista», aveva detto al giovane.

L’intenzione dell’uomo era quella di avvisare i carabinieri, ma il figlio si è reso conto di quanto stesse accadendo ed ha colpito violentemente il genitore in strada davanti agli occhi dei passanti ed appunto dei clienti della vicina caffetteria. Calci, pugni e minacce. Fino all’arrivo dei carabinieri che hanno arrestato il 30enne mentre continuava ad urlare contro il padre che è finito in ospedale a causa delle ferite riportate nel pestaggio.